LA NOSTRA SCUOLA … LE SUE SUORE

 La spiritualità di Madre Maria degli Angeli, Fondatrice del nostro Istituto di “Suore Carmelitane di S. Teresa di Torino” (luglio 1894) è radicata nel grande alveo della spiritualità eremitica del Monte Carmelo (Israele) e riformata da S. Teresa di Gesù (nel 1562): solitudine interiore, preghiera orante, ma anche vicinanza a tutte le realtà terrene. Di fatto, il Carmelo di S. Teresa e di S. Giovanni della Croce è per tutti coloro che vogliono crescere spiritualmente nella preghiera e nella lode di Dio.

Rivestite di Cristo, noi, Suore Carmelitane, vogliamo esprimere nella vita i sentimenti di misericordia, di bontà di mansuetudine di Gesù, avvolte tutte insieme, nel manto dell’amore (Col 3,12), perché, nel Carmelo, vita contemplativa e vita attiva rappresentano una meravigliosa unità che esprime il volto autentico della vita consacrata: il volto della “relazione” con Dio e con i fratelli e le sorelle.

Il carisma di Madre Maria degli Angeli, fondatrice del nostro Istituto  nello spirito di Teresa, è dunque un cammino verso Dio senza ostacoli, per una relazione autentica con i problemi e le attese degli uomini e delle donne di ogni tempo. Si tratta di una vera profezia che nasce dall’amicizia con Dio, dall’ascolto attento della sua Parola nelle diverse circostanze della storia. Questa spiritualità carmelitana vissuta dalla Fondatrice e trasmessa al suo Istituto, è uno stile di vita che esprime, in ogni sua figlia, libertà nella continua ricerca di Dio. Per questo motivo è avvicinabile da molte anime e capace di entrare in sintonia con gli impegni più diversi: nella scuola, nelle parrocchie per la catechesi, accanto al malato e all’anziano, vicino alle famiglie e ai loro piccoli, e in missione.

  LA NOSTRA SCUOLA … LA MISSIONE

 Favorire la formazione della persona secondo la propria originalità ed irripetibilità, nel cammino di scoperta delle qualità personali e dei propri bisogni. Riconoscersi in cammino insieme agli altri e scoprire il proprio ruolo nella società

Creare occasioni per suscitare negli alunni lo stupore, la curiosità come desiderio di analizzare, conoscere, comprendere la realtà e i suoi valori al fine di operare scelte di qualità.

Favorire lo sviluppo di abilità logiche, di riflessione, operative per consentire all’alunno di acquisire conoscenze, competenze, capacità per una formazione permanente.

Attivare procedure per realizzare un ambiente favorevole all’accoglienza reciproca, al dialogo, al confronto.

Creare occasioni di condivisione educativa con le famiglie degli allievi.

 

LA NOSTRA TRADIZIONE EDUCATIVA  A SERVIZIO DEL TERRITORIO

 La Scuola dell’infanzia  “Canonico Edoardo Ferrero” ha aperto i suoi battenti nel lontano 1934 per rispondere alle esigenze del quartiere popolare della zona Vanchiglia – Vanchiglietta, che andava espandendosi per l’incremento demografico ed era privo della presenza educativa di una Scuola dell’Infanzia.

Fu dunque la prima scuola dell’infanzia della zona che accolse i bimbi degli operai delle aziende A.T.M., ITALGAS e dell’Opificio Militare, oltre a quelli dei quartieri vicini.

Fin dall’inizio fu sensibile nell’accogliere i più bisognosi, trovandosi allora l’edificio alla periferia della città in via di grande espansione, e ciò soprattutto negli anni 1970/80, per la particolare presenza degli operai della FIAT, provenienti dal Sud Italia.

L’edificio, che è proprietà della Congregazione delle Suore Carmelitane di S. Teresa di Torino, ospita, oltre alla Comunità religiosa, anche un Pensionato per Signore anziane. Questa “compresenza” è diventata opportunità d’incontro tra bambini e anziani, rivelatasi nel tempo, “preziosa ed educante”.

Il 28.02.2001 la Scuola è divenuta paritaria con il decreto 488/3696.

La Scuola dell’Infanzia “Canonico E. Ferrero” è una scuola cattolica e come tale affonda le proprie radici negli ideali e nei valori proposti e testimoniati nel Vangelo.

É una istituzione formativa nella quale il criterio regolatore ed ispiratore della prassi educativa è rappresentato dalla centralità della persona, nel pieno rispetto dell’integrità di ogni singola creatura, concepita nell’insieme dei suoi bisogni e di tutto il suo potenziale umano.

L’offerta formativa della nostra Scuola dell’Infanzia valorizza tutte le dimensioni strutturalmente connaturate nell’uomo, nella consapevolezza che l’inter-vento educativo debba promuovere la formazione di una personalità completa ed equilibrata.

Ponendo al centro del suo operare i valori della vita, dell’accoglienza, della condivisione, della solidarietà, della tolleranza, della pace, la Scuola dell’Infanzia “Canonico E. Ferrero” favorisce la maturazione dell’identità umana e cristiana della persona, stimolando nel bambino le funzioni mentali ed intellettuali, le attitudini creative, la dimensione etico-religiosa, le sue capacità critiche.

Inoltre la Scuola dell’Infanzia “Canonico E. Ferrero” è una scuola pluralista, che non si limita ad accogliere le “diversità”, ma le considera una ricchezza per valorizzare e promuovere l’identità personale e culturale di ciascun bambino.

 

IL NOSTRO STILE EDUCATIVO

La scuola si configura come comunità educante in cui l’azione formativa è opera collegiale: le famiglie, i docenti laici e religiosi, il personale, la comunità religiosa accompagnano l’allievo dai tre anni all’inserimento nella scuola primaria.

L’azione della comunità educante è tesa a favorire un clima familiare, sereno ed accogliente, dove si possono sperimentare occasioni di vita comune, di gruppo, di amicizia.

Nel rispetto della libertà dell’individuo, secondo la gradualità delle sue tappe di crescita, i valori cristiani sono il costante riferimento dell’ azione educativa che tende ad essere personalizzata.

Il collegio dei docenti progetta occasioni di apprendimento, individua strategie didattiche per sviluppare abilità ed acquisire nuovi linguaggi indispensabili nell’attuale società complessa.

 

 I PRINCIPI FONDAMENTALI  SECONDO LA COSTITUZIONE ITALIANA

 Il servizio scolastico che si realizza presso la Scuola dell’Infanzia Canonico Edoardo Ferrero ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33, 34 della Costituzione Italiana.
  1. UGUAGLIANZA

Nell’erogazione del servizio scolastico non viene compiuta nessuna discriminazione per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche purché vi sia da parte della famiglia la disponibilità ad accogliere la proposta religiosa dell’Istituto, così come essa viene definita e precisata nel Piano dell’ Offerta Formativa.

  1. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ

La Scuola dell’Infanzia “Canonico E. Ferrero” s’impegna ad agire secondo i criteri di obiettività ed equità e a garantire, attraverso tutte le sue componenti, la regolarità del servizio e delle attività educative nel rispetto delle disposizioni contrattuali FISM, sottoscritte dal personale, e dei principi e norme giuridiche vigenti.

  1.  ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

La scuola favorisce l’accoglienza dei genitori e degli alunni, l’inserimento e l’integrazione di questi ultimi nell’ambiente scolastico, con opportune iniziative riguardo soprattutto la fase iniziale e le situazioni di rilevante necessità.

Nello svolgimento delle proprie attività ogni operatore ha pieno rispetto della persona umana del bambino, nelle sue esigenze più vere.

  1. DIRITTO DI SCELTA E FREQUENZA

I genitori hanno la facoltà di scegliere la Scuola dell’Infanzia “Canonico E. Ferrero” purché ne accettino il Progetto Educativo, il Piano dell’Offerta formativa ed il Regolamento.

La regolarità della frequenza viene richiesta come condizione per il raggiungimento degli obiettivi propri della scuola del bambino.

  1. PARTECIPAZIONE

Ogni membro della Comunità Educante – genitori, personale docente e personale ausiliario – è protagonista e responsabile dell’attuazione del Piano dell’offerta formativa e del buon funzionamento della scuola.

La partecipazione concreta al piano educativo vede come momenti privilegiati:

Le assemblee di Scuola

Le assemblee di Sezione

Il Collegio docenti

Il Consiglio di intersezione

Le iniziative di carattere religioso e formativo

Le giornate di festa

I gesti di solidarietà o scambi di esperienze.

 

  1. LIBERTÀ DI INSEGNAMENTO ED AGGIORNAMENTO PERSONALE

La programmazione e la formazione costituiscono un impegno per tutta la Comunità Educante ( genitori, docenti e non docenti) nell’ambito di un piano formativo organico e ricorrente, avvalendosi di esperti qualificati di ispirazione cattolica, partecipando ai Corsi indetti dalla FISM diocesana e nazionale, alle iniziative della Parrocchia o sul territorio zonale.

 

scarica il pdf del PROGETTO EDUCATIVO

 

 

 

1,263 Visite totali, 1 visite odierne